Come Usare l’ indicatore Alligator di Bill Williams

Come Usare l’ indicatore Alligator di Bill Williams

Cosa è l’indicatore Alligator? Questo indicatore, che può essere usato con ogni piattaforma di trading, è stato sviluppato dalle teorie di Bill Williams e viene utilizzato per determinare la presenza o l’assenza di un trend oltre alla sua direzione.

L’indicatore ‘alligator’ è composto di tre linee (medie mobili) e si basa sull’immagine metaforica del movimento delle linee che ricorda quella dell’apertura/chiusura della bocca dell’alligatore.

L’indicatore ‘Alligator’, come abbiamo appena introdotto, è composto dalle linee di tre medie mobili a differenti periodi che rappresentano le parti della bocca dell’alligatore:

  • La mascella dell’alligatore o Alligator’s Jaw (rappresentata da una linea blu).
  • I denti dell’alligatore – Alligator’s Teeth (rappresentata da una linea rossa).
  • Le labbra dell’alligatore – Alligator’s Lips (rappresentata da una linea verde).

Interpretazione dell’Alligator

L’utilizzo e l’interpretazione dell’indicatore dipende dalla disposizione delle 3 linee:

  • ‘Uptrend’: quando le linee si dispongono in ordine dal basso con Mascella (blu), poi Denti (rosso), poi Labbra (verde) si dice che l’alligatore abbia spalancato la bocca e sia pronto a mangiare.
  • L’opposto dicasi per il ‘downtrend’ in cui, sempre dal basso, avremo: labbra, denti e mascella.

Se queste tre linee si intrecciano in ordine casuale e si muovono come fossero una soltanto, si dice che l’alligatore dorma con la bocca chiusa. E maggiore è il tempo in cui l’alligatore dorme, tanto più affamato sarà al suo risveglio.

Maggiore è il tempo che il mercato passa in fase laterale, più sarà “intenso” il trend. Al risveglio l’alligatore inizia ad aprire la bocca, e questo punto le tre linee iniziano a disporsi sul grafico.

Quando l’alligatore sarà stato saziato, sempre per restare in termini metaforici, l’alligatore chiuderà la bocca e tornerà a dormire, e così le tre linee sul grafico torneranno ad intrecciarsi. Quando la bocca dell’alligatore è aperta, i trader aprono posizioni, “gli danno da mangiare”.

Attraverso questo indicatore possiamo identificare sia la direzione del trend in corso, sia la sua forza. Si tratta di un indicatore estremamente semplice, considerato che è formato solamente da tre linee.

L’indicatore Alligator è composto di tre medie mobili che possono essere utilizzate sia come livelli di supporto che di resistenza. Un grande vantaggio dell’alligator è dato dalla possibilità di definire facilmente la direzione e la forza del trend se si osserva la bocca del coccodrillo.

Se le linee sono disposte con la verde (in basso), la rossa (al centro) e la blu (in alto), allora si ha una tendenza verso il basso. Se invece si ha la linea verde (in alto), la rossa (al centro) e la blu (in basso), allora la tendenza è al rialzo.

La fase più importante è quella in cui le linee si avvicinano sempre di più le une con le altre o si sovrappongono. E quando questo accade si dice che il coccodrillo stia dormendo e non si possono aprire ordini. In pratica quando il coccodrillo dorme il mercato non è in un trend, pur tuttavia bisogna stare all’erta dato che il coccodrillo potrebbe svegliarsi improvvisamente con una grande voracità.

In effetti è semplice: quando il coccodrillo ha fame la sua bocca si apre. La  metafora, ancora una volta molto indicativa, ci vuole mostrare che se il mercato non ha una tendenza o ne ha una debole, allora è meglio restare fuori e attendere un movimento più forte verso l’alto o verso il basso.

Se l’alligatore mostra una tendenza verso il ribasso e il prezzo tende a muoversi al di sotto della barra verde, allora abbiamo un forte segnale di acquisto.

La tecnica di trading di base con questo indicatore si ha quando la media mobile rossa attraversa la media mobile blu. Quando questo si verifica significa che dobbiamo far trading in quella direzione. Quando la media mobile rossa attraversa di nuovo la media mobile blu, bisogna invece uscire dalla posizione.

C’è da aggiungere e da ricordare per ingranare con la giusta tecnica che il mercato non va sempre in una sola tendenza, anzi molte volte va controtendenza. Nella maggior parte del tempo si muove tra alti e bassi, in condizioni alternate ed in questi casi si deve prestare attenzione al momento in cui la media mobile blu interseca quella rossa e viceversa, perché la tendenza potrebbe non seguire le indicazioni dell’indicatore.

In questi casi occorre utilizzare altri indicatori per entrare o per uscire dal trading per avere maggiori certezze. Ed uno di questi momenti è quando l’indicatore ‘alligator’ dà segnali poco segnali, una distanza insufficiente tra le tre medie mobili, ed un “nebuloso” (poco chiaro) livello supporto e di resistenza.

Ebbene quando si hanno dei dubbi, bisogna utilizzare un oscillatore stocastico, uno degli strumenti di analisi algoritmica più utilizzato e comunque più conosciuto dai trader, per cercare conferme e capire bene quando è il caso di entrare nel trading. Una volta che abbiamo tutte le conferme del caso, allora possiamo intervenire ed entrare nel mercato, aprendo una posizione nella direzione del trend dell’oscillatore, direzione confermata anche dall’oscillatore stocastico.

L’Alligator, insieme ad altri indicatori, è uno dei modi migliori per capire e prevedere il trend.

Share this post

Post Comment