Le novità sui bonus offerti dai broker

Le novità sui bonus offerti dai broker

Chi se ne intende almeno un po’ del complesso mondo del trading online sa bene che, tra la decisioni fondamentali di un giovane trader alle prime armi, quella più importante riguarda probabilmente la giusta piattaforma broker da utilizzare.

Sono parecchie le caratteristiche di un broker che possono orientare questa scelta: i servizi di base, la semplicità di utilizzo, la presenza o meno di conti demo, ma anche i bonus offerti dalla piattaforma, ovvero quei capitali iniziali che i broker mettono a disposizione dei nuovi iscritti.

I bonus sono spesso al centro dell’offerta del broker, eppure si comincia a intravedere qualche nube all’orizzonte. Sembra infatti che la CySEC, Cyprus Securities and Exchange Commission, sia pronta a introdurre sostanziali modifiche in campo Forex, opzioni binarie e CFD, modifiche che riguarderanno soprattutto la possibilità, da parte dei broker, di offrire bonus ai propri clienti.

Tali bonus sono infatti considerati eccessivamente rischiosi per gli investitori e potrebbero così essere vietati con l’introduzione di un regolamento più rigido per tutte le piattaforme per il trading online, come spiega questa recensione di Plus500: http://www.tradingbitcoin24.com/plus500.php.

Ma andiamo più nel dettaglio. Secondo quanto già riportato a ottobre dal Finance Magnates, alle compagnie operanti in Europa sarà proibito di utilizzare bonus promozionali relativi alle attività di trading.

Tale pratica, secondo la CySEC, espone gli investitori a rischi eccessivi e non necessari. Il più delle volte, infatti, offrire bonus promozionali elevati cela comportamenti e obiettivi inaccettabili da parte di chi offre servizi Forex.

Per questo motivo, e dunque adeguandosi alle disposizione dell’ESMA, la SySEC ha ribadito l’eliminazione di tali bonus, secondo le linee guida del progetto di tutela dell’investitore messo in piedi in sede europea.

Ci aspettiamo che le CIF (società registrate a Cipro) abbiano già preso, o comunque stiano per prendere, misure volte ad adeguarsi a quanto stabilito dall’ESMA”, ha affermato l’autorità finanziaria di Cipro. Secondo Demetra Kalogerou della CySEC, le compagnie non agiscono sempre nel miglior interesse dei loro clienti e questa è una pratica da considerare inaccettabile.

Offrire bonus promozionali volti ad incentivare l’attività di trading su prodotti speculativi espone gli investitori a rischi non necessari”, ha affermato la Kalogerou. “Dal 2015 la CySEC si è occupata di monitorare le attività dei provider di servizi Forex, di opzioni binarie e di CFD e molto spesso le aziende non hanno agito nel miglior interesse dei loro clienti”.

Le novità in arrivo cambieranno le carte in tavola per i trader della Rete? Lo sapremo solo nei prossimi mesi.

Share this post

Post Comment