Investimenti sicuri: le materie prime

Investimenti sicuri: le materie prime

Chiunque abbia un capitale, per quanto piccolo, cerca un metodo per investirlo in modo profittevole, cercando un metodo sicuro e che dia buoni risultati nel corso del tempo. Un ambito di investimento che in genere dà molte soddisfazioni è quello nelle commodities, o materie prime.

Si tratta di acquistare materie prime quali l’oro, lo zucchero, il caffè, il petrolio, le pietre preziose, l’argento. In Italia questo tipo di investimento non è particolarmente diffuso, soprattutto per quanto riguarda la compravendita di commodities.

Questo tipo di investimento porta enormi vantaggi soprattutto nei periodi in cui i mercati mostrano una particolare volatilità: molto spesso le materie prime replicano questa volatilità, dando la possibilità di effettuare guadagni significativi in periodi di tempo molto brevi.

Come investire nelle commodities

Fino a qualche anno fa l’unico modo per investire in commodities era quello di acquistare i beni, mantenerli in un magazzino per poi rivenderli quando il valore era salito. Si trattava di un tipo di commercio adatto solo ai grandi investitori, anche perché molte commodities sono vendute in lotti, si pensi ad esempio ai barili di petrolio.

Oggi molti investitori interessati al mercato delle commodities preferiscono scambiare Exchange Traded Commodities, o ETC, dei titoli che si riferiscono alle materie prime, scambiati anche in borsa. Si tratta di un metodo molto più accessibile di investimento sulle commodities, visto che si può speculare sugli ETC anche con altri strumenti derivati, come ad esempio le opzioni binarie.

In pratica un mercato prima adatto solo ai grandi investitori si è oggi aperto anche a chi ha un piccolo capitale. Sul sito https://www.investimentisicuri24.com/ si trovano diversi accenni agli investimenti in ETC e in altri mercati particolarmente interessanti.

Perché investire nelle materie prime

Scambiare ETC può portare ad elevati guadagni, soprattutto in periodi in cui i mercati subiscono sbalzi improvvisi di una certa rilevanza. Conviene ricordarsi comunque che il valore delle materie prime è correlato ad una serie di fattori esterni, tra ci le leggi di mercato (domanda/offerta) il cui andamento a volte può apparire del tutto randomico.

In alcuni casi sono gli avvenimenti politici ed economici di alcune nazioni che portano a modificare ampiamente il valore di alcune materie prime, si pensi al petrolio negli ultimi anni, in cui le nazioni mediorientali ne stanno diminuendo progressivamente il prezzo di mercato; oppure all’oro nelle situazioni in cui ci sono minacce dello scoppio di una guerra.

In linea generale l’investimento in materie prime viene visto di buon occhio da coloro che amano diversificare i loro investimenti. Conviene infatti sempre suddividere il proprio capitale, evitando di speculare in un unico mercato, per non avere brutte sorprese.

I rischi delle commodities

Investire nelle commodities può essere moto remunerativo, ma si tratta di un mercato particolarmente volatile, che si basa sul potenziale guadagno derivato dalla vendita delle materie prime. Tale  valore può aumentare repentinamente, come può anche scendere.

Molto spesso gli investitori tendono a scegliere un’unica materia prima, per poter meglio conoscerne l’andamento e per capire le cause di esso, evitando rischi eccessivi.

Share this post

Post Comment